Vicenza, Domenica 22 Maggio 2022

>> Anno 2020

La donazione indiretta per l’acquisto di un immobile non erode la franchigia per l’imposta

di Giuseppe Rebecca
Norme&TributiPlus Fisco  / Il Sole 24 ore - 18 aprile 2020 

La donazione indiretta non erode la franchigia per l’applicazione dell’imposta. È la conseguenza della sentenza 263/8/2020 della Ctr Lombardia (si veda quanto già anticipato dall’articolo di Paolo Giuriani sul Sole 24 Ore), che nell’escludere la concorrenza al coacervo ha confermato la sentenza di primo grado della Ctp Milano 6497 del 2017.

La donazione indiretta

Per donazione indiretta si intende quella attribuzione patrimoniale gratuita mediante la quale si raggiunge lo stesso effetto della donazione tipica, e quindi l’arricchimento del donatario e correlato depauperamento del donante , senza utilizzo della forma dell’atto pubblico. Il caso classico di donazione indiretta è dello in cui i genitori, o uno di essi, pagano il prezzo di un immobile intestato al figlio. Da un punto di vista fiscale, le donazioni indirette collegate ad atti di trasferimento di immobili o aziende, qualora per tale atto sia dovuta l’imposta proporzionale di registro 0 l’iva, non sono soggette ad imposta sulle donazioni. Si tratta della previsione dettata dall’articolo 1, comma 4-bis, del Dlgs 346/1990.

Il coacervo

Quanto al coacervo, si tratta di un istituto tuttora validamente applicabile, mediante il quale le donazioni precedenti vanno conteggiate ai fini della erosione della franchigia.

La pronuncia

Dopo aver affermato che le due diverse tesi dell’ufficio e del contribuente erano «meritevoli di considerazione», la Ctr Lombardia ricorda che l’ufficio fa leva sul dato letterale dell’articolo 57,comma 1 del Dlgs 346/1990, che non prevede espressamente le donazioni indirette tra quelle escluse dal coacervo. Ma la esclusione delle donazioni di ogni altro bene o diritto dichiarato esente vi fa rientrare anche le donazioni indirette collegate ad un trasferimento immobiliare, come nel caso esaminato. Pertanto le donazioni indirette non concorrono ad erodere la franchigia.

 

Stampa